Swipe to the right

Come togliere il doppio mento. Trucchi e prodotti migliori

5 days ago

Il volto è la parte del corpo considerata tra le più importanti nelle relazioni sociali.

Quando sono presenti problematiche legate a delle imperfezioni al viso potrebbero generarsi importanti disagi nelle persone; tra i vari inestetismi del volto c'è il doppio mento. Provoca pesantezza anche ai visi più delicati e produce un’alterazione del contorno viso oltre che del profilo, ciò può creare un disagio psicologico, ma, soprattutto un ostacolo alla respirazione.

Per tal motivo è considerato importante intervenire per ridurre il doppio mento.
Non è sempre semplice eliminarlo con diete mirate o attività sportive. Tra mento e collo, si forma una sacca di pelle morbida che può essere causare appunto un forte imbarazzo alle persone, sia che uomini.

Il doppio mento, infatti, accomuna entrambi i sessi, è frequente nelle persone anziane, ma, può manifestarsi anche in giovane età, verso i 30 anni.

Come è possibile ridurre o togliere il doppio mento?

Cause del doppio mento

Sono diverse e numerose le cause che possono provocare il doppio mento, di seguito ne presentiamo alcune tra le più comuni e conosciute:

  • La genetica può esserne responsabile, può capitare, infatti, che uno dei nostri familiari abbia il doppio mento e così la percentuale dell'insorgenza dello stesso della possibilità di ereditarlo è certamente più alta.
  • I chili in eccesso sono un altro possibile effetto scatenante del doppio mento.
  • Anche un’alimentazione non corretta può determinarne l'insorgenza
  • La postura, inoltre può contribuire ed aggravare notevolmente il problema in questione.
  • La ritenzione idrica, ciò accade quando il corpo accumuli liquidi nel momento in cui intuisce che si sta disidratando e proprio nella zona del mento l’organismo ne fa scorta.
  • Posso essere anche gli squilibri ormonali ad incentivare l'insorgenza del doppio mento, in questa circostanza viene spesso consigliato di sottoporsi ad esami ematici mirati e chiedere consiglio al proprio medico per avere la certezza di soffrire di alcune patologie correlate.
  • La vita sedentaria, dunque chi per esempio lavora prevalentemente al computer o passa molto tempo in ufficio può essere maggiormente soggetto a tale inestetismo.
  • Dormire utilizzando due o più cuscini.

Trucchi per ridurre il doppio mento

Non occorre necessariamente sottoporsi ad interventi chirurgici per dover ridurre o eliminare il doppio mento, di soluzioni alternative ne esistono varie, è certo che molte persone non le immaginerebbero nemmeno con la fantasia.

Una tra le più curiose è la tecnica del "Baciare il soffitto", in cosa consiste?

Si tratta di un esercizio che prevede la rotazione del mento verso le spalle, una per volta, passando per il patto, è bene non creare tensione alle spalle per evitare problemi di altro tipo, come dolori muscolari.

Un altro esercizio è quello di "increspare le labbra", facendo sporgere il labbro inferiore il più lontano possibile assumendo un'espressione imbronciata e ritraendo il collo.

L'esercizio dell' "O", consiste nel chiudere le labbra facendogli assumere la forma della lettera indicata e mantenere la posizione di estensione del collo per qualche secondo (circa 20).



I prodotti migliori per nascondere o ridurre il doppio mento.

I prodotti con: acido ialuronico, effetto rimpolpante, rassodante e ridefinente sono tra i più indicati per poter ridurre o eliminare il doppio mento.

E' importante essere a conoscenza che la cosmesi al giorno d'oggi supporta in maniera molto efficace il diffuso problema del doppio mento.

L'azienda Tre Pì profumerie offre diversi prodotti, efficaci e di qualità, che favoriscono la riduzione dell'inestetismo qui trattato.

Abbiamo anche diversi prodotti che facilitano l'effetto make up del contouring. Esso consente nello specifico di correggere i difetti ed esaltare o modificare precise caratteristiche morfologiche del volto, grazie al giusto utilizzo di luci ed ombre.

I migliori makeup artisti, negli ultimi anni ritengono che al giorno oggi i prodotti che garantiscono questo effetto possano offrire buone soluzioni per ridurre difetti del viso, incluso quello del doppio mento.

Alcuni tra i prodotti più consigliati proposti dalla linea Tre Pì profumerie sono:

A questo link è possibile la consultazione degli stessi e di molti altri prodotti mirati:

https://www.trepiprofumerie.com/viso/rassodare-effetto-lifting.html

Vantaggi e caratteristiche dei prodotti di "Tre Pì profumerie":

I prodotti dell'azienda Tre Pì profumerie sono di marche selezionate e conosciute nel mondo della cosmesi, per questo offrono un'ottima garanzia, alcune sono: AVENE, VICHY, ALPHEA, DIEGO DELLA PALMA, PEGGY SAGE, URIAGE.

E' possibile rivolgersi ad un numero di assistenza clienti al quale risponde un'equipe professionale ed esperta che potrà suggerirvi qualsiasi informazione necessaria, allo stesso contatto si potranno effettuare gli ordini desiderati: 0823 - 838 002.

Inoltre, la spedizione è GRATUITA a partire da ordini superiori a 59.90€

Affidarsi alla qualità e all'esperienza

Pensiamo che sia di fondamentale importanza affidarsi sempre a professionisti ed esperti del settore per ogni esigenza. Ciò vale soprattutto per quanto riguarda la scelta di prodotti che vanno ad agire sul corpo.
I consigli che descrivono le migliori combinazioni per ottenere risultati validi e sicuri qui descritte sono frutto di una ricerca trasparente e veritiera.

​Make up Capodanno: come e con cosa realizzarlo

1 month ago

Il Capodanno si avvicina, e i preparativi per l'ultimo giorno 2021 si fanno sempre più prossimi: desideri arrivare pronta alla festa dell'ultimo dell'anno con abiti e make-up da favola? E allora, cosa c'è di meglio se non una guida che ti offra consigli su come realizzare un look speciale per questo giorno?

Con questa guida, ti mostreremo alcuni esempi di make-up per capodanno seguendo l'onda delle ultime tendenze, senza tralasciare i diversi stili che ciascuna di noi preferisce in base allo stile personale!

Capodanno in rosso

Sembrerà scontato, ma il rosso è il colore dicembrino per eccellenza. Tra le feste di Natale ed il prossimo Capodanno, sicuramente il rosso è il colore della tendenza. Se non sai cosa indossare e vuoi essere fedele alla tradizione natalizia, allora fai bene a giocare con i toni del rosso. Ma attenzione: per mantenere un look invernale e natalizio, ti sconsigliamo di indossare dei colori caldi, per cui il rosso chiaro o fruttato è bandito! Molto meglio optare per un colore rosso scuro, tendente alla vinaccia, oppure per un rosso fuoco freddo. In questo modo sarete perfettamente abbinate al mood invernale natalizio.

Ma... mettiamo in conto di avere un bellissimo abito di rosso purpureo in pizzo, con cosa abbinarlo? Qual è il miglior make-up per capodanno in rouge? Niente paura: anche se non sembrerebbe, il rosso viene abbinato ad un make-up occhi molto semplice. Cosa consigliamo in particolare per questo look? Vediamo ogni passaggio:

OCCHI: niente di meglio che un effetto nude ma intenso. Con il rosso si abbina a perfezione l'eyeliner nero intenso, come anche la matita occhi e il kajal. L'importante è giocare con le linee sottili, senza esagerare con tratti pesanti: il rosso infatti tende già di per sé a dare nell'occhio, con un look occhi nero pesante ne intensifichereste l'"effetto pugno". Optate dunque per una linea sottile di eyeliner, oppure per una sfumata con kajal. Intensificate lo sguardo con mascara in quantità, et voilà! Il capodanno è servito.

LABBRA: sull'effetto labbra potrete osare quanto volete. Il rosso del vestito si abbinerà perfettamente ad un rossetto della stessa tonalità di rouge. Potrete giocare con i colori intensi e opachi (matte) per un effetto sensuale e pulito; sui brillantinati rossi per un effetto glossy e shiny. Un semplice rossetto come Revlon Lipstick Matte Red farà al caso vostro nel primo caso; in alternativa, se avete in programma un cenone importante, consigliatissima la tinta labbra a lunga durata o un rossetto Deborah Red Long Lasting 15.

Capodanno in glitter

Il vero Capodanno è in glitter... quante volte avrete sentito questa frase, con amiche che vi esortano a sfoggiare un look paillettato e scintillante?

Beh, se questo stile fa per voi, sicuramente a Capodanno avrete l'occasione e l'opportunità per sfogare il vostro desiderio di luce: non a caso, moltissimi abiti nelle vetrine di questo periodo trasudano perle e luccichii! Sicuramente, soprattutto se avete in programma di andare a ballare o trascorrere una serata con amici in locali e bar, il look sofisticato e scintillante è quello che darà più nell'occhio e vi farà brillare sopra tutti. Quindi, se avete in mente di sfoggiare un abito con paillettes argentate o specchiato, oppure glitterato nei colori della silver palette, niente paura: abbiamo qui il look ideale per il vostro trucco!

OCCHI: per un look sgargiante e fiabesco, potrete usare i Peggy Sage Glitter mix - fiesta, dei brillantini per occhi che accompagneranno il vostro make up rendendolo incredibilmente visibile soprattutto con gli effetti di luce. Un vero incanto se indossati in ambienti bui illuminati da luci a led, come discoteche e locali notturni! Come realizzare un trucco occhi con glitter? Innanzitutto vi servirà una buona base primer, per permettere ai brillantini di attaccarsi alla palpebra in maniera duratura. Realizzate una base con eyeshadow glitterato del colore delle vostre paillettes (i glitter sono confezionati di colori diversi, sempre metallici e cangianti, per essere usati in diverse occasioni in base al colore del vestito). Un accorgimento per restare in palette: se optate per un vestito glitterato argento, optate sempre per i colori freddi (viola, blu scuro, rosa freddo, argento). Realizzate una base sfumata, scurendo dall'interno verso l'esterno. Applicate poi i vostri glitter con un pennello, eventualmente acquistando un prodotto fissante finale.

LABBRA: con un look così shiny, le vostre labbra dovranno essere mantenute sui toni del nude, pur sempre brillantinato. Ma attenzione: non tutti i rossetti sono uguali! A seconda della palette che avete utilizzato per gli occhi potrete scegliere tra: nude caldo e nude freddo. Il rossetto Nouba Lipstick Velvet Touch 1 è perfetto per l'abbinamento con i colori caldi (quindi paillettes dorate ed eventuali glitter che vanno dai toni aranciati al verde/azzurro); il Nouba Lipstick Velvet Touch 3, invece, è perfetto per abbinamenti con colori freddi (come il nostro abito silver). L'Oreal Color Riche Boreal Taffeta è invece un mix perfetto abbinabile con entrambe le versioni.





Capodanno in dark

Il colore nero non muore mai: da Halloween a Capodanno, forse il periodo invernale è il migliore per rendere onore a questo must dell'eleganza e dello stile. Con l'abito nero potrete sfoggiare diverse tendenze di stile, dal gotico al serale stiloso. Nel caso del Capodanno, poi, potrete osare con un nero lungo da sera oppure con un vestitino corto dalle rimembranze più estive! Tutto dipende da voi e da dove vorrete festeggiare. Ma qual è il miglior look da abbinare al nero? Vediamo insieme in che modo valorizzare il total black del vostro abito per l'occasione dell'ultimo dell'anno.

Nero stiloso: se avete optato per un mood da gala, probabilmente la scelta di make up migliore è mantenere un look sobrio ed elegante. Per gli occhi consigliamo di procedere con uno smokey eye sui toni del grigio e del nero, oppure del rosa cipria. Non dimenticate mai di completare l'opera con una buona dose di eyeliner fine e un mascara adeguato all'occasione.

Nero fantasy: se invece il vostro mood è festaiolo e irriverente, perché non sovvertire completamente l'eleganza del nero e non osare con colori fluo? Il vostro look occhi potrà essere arricchito dalla palette Peggy Sage Glitter mix - fluo: per un vero effetto stroboscopico! Se poi volete osare ancora di più, il tocco di classe è aggiungere uno smalto unghie in abbinamento con i glitter: perché non provare allora Estrosa Estremo Fabric Glitter, il make up unghie che renderà la vostra serata ancora più stravagante?





Capodanno in white

Se vuoi fare un capodanno elegante ma non hai mai amato il nero, allora optare per il suo opposto è la scelta migliore: un abito bianco, sempre di tendenza, ti renderà sicuramente indimenticabile e non lascerà che passi inosservata. Esistono poi davvero tanti abbinamenti possibili per il tuo make-up, sia per gli occhi che per le labbra, che arricchiranno ancora di più il tuo stile. Vediamo insieme:

OCCHI: con il bianco potrai sbizzarrirti sull'intensità del tuo trucco, ma meno sulla varietà cromatica. La perfetta abbinata con un abito white, infatti, è data da un bianco tenue (o un rosa cipria perlato) sulle palpebre, molto leggero e delicato. Per aumentare poi l'intensità dell'occhio dovrai giocare con il nero: puoi usare un eyeliner a pennarello (come Revlon Colorstay Liquideye Pen) o un semipermanente Pennarello Peggy Sage, disponibile anche in colori metallizzati (terra/cipria).

LABBRA: Peggy Sage rossetto Red Feelings è la scelta perfetta se hai optato per un trucco occhi sobrio e nude; al contrario, se hai esagerato con l'effetto pesante sulle palpebre è meglio rimanere sul nude nei rossetti: consigliamo un rosa tenue color cipria, evitando come la peste il rosa confetto o il rosa troppo intenso.

Se seguirai i nostri consigli, sarà tutto più semplice e con il tuo make up stupirai amici e parenti. Pronte a fare festa?

Dettagli Posted in: MAKE UP

​Detergente viso biologico. La nostra migliore selezione.

1 month ago

l detergente per il viso è un prodotto utile per la pulizia profonda della pelle, che le assicura la giusta elasticità e tonicità con il passare del tempo. Lo stress, l'inquinamento e una cattiva alimentazione possono influenzare particolarmente l'aspetto della pelle e per questo è fondamentale averne cura. Tra i migliori prodotti presenti in commercio vi sono, sicuramente, i detergenti per il viso bio, privi di sostanze nocive e attenti all'ambiente durante la loro preparazione. Se desiderate saperne di più continuate a leggere questo articolo: illustreremo, infatti, quali sono le tipologie di detergenti per il viso bio, l'importanza di prestare attenzione agli INCI e la selezione dei migliori prodotti.

Detergente viso biologico: le tipologie

In commercio esistono numerose tipologie di detergenti per il viso bio, che variano in base alle esigenze e alla pelle. Di fatto, abbiamo la possibilità di scegliere tra un detergente viso bio in crema, latte, acqua micellare e gel. Ma vediamo nel dettaglio ciascuna tipologia e le loro caratteristiche.

1) Detergente viso bio in crema

Il detergente viso bio in crema è forse la tipologia più diffusa, in quanto è molto semplice da utilizzare e da applicare. Si tratta di una forma di prodotto più grasso rispetto agli altri, adatto soprattutto per tutti coloro che presentano una pelle secca e disidratata. Gli ingredienti principali che costituiscono la crema sono, per l'appunto, il burro di karitè o le cere vegetali, ricche di sostanze nutritive che idratano a fondo la pelle e la rendono morbida.

2) Latte detergente viso bio

Il latte detergente per il viso bio è un prodotto dalla consistenza simile a quella di una crema, ma risulta essere più compatto sebbene sia comunque realizzato con oli e burri vegetali. Esso ha la capacità di occludere i pori della pelle, per questo è consigliabile risciacquare sempre il viso dopo averlo applicato per non lasciare la pelle troppo grassa. Anche il latte detergente è particolarmente indicato per coloro che hanno una pelle secca e disidratata.

3) Acqua micellare detergente bio

L'acqua micellare bio è un prodotto che consente la rimozione delle impurità dalla pelle, svolgendo tre azioni diverse in un solo prodotto, in quanto deterge, idrata ed elasticizza. Si tratta di un prodotto che può essere utilizzato anche da coloro che hanno la pelle grassa o qualsiasi altra tipologia di pelle; inoltre, non irrita e non causa rossori sul viso.

4) Gel detergente viso bio

Infine, l'ultima tipologia di detergente per il viso bio è quello in gel, anch'esso molto diffuso e apprezzato da chi lo ha testato per la facilità d'uso. Generalmente, è realizzato con prodotti naturali in grado di purificare la pelle e che contengono principi che hanno l'obiettivo di eliminare la sporcizia e le impurità in maniera semplice e immediata.




Detergente viso biologico: l'importanza di prestare attenzione all'INCI

L'INCI è la lista degli ingredienti che costituiscono la composizione di ciascun prodotto o cosmetico e saperlo leggere è fondamentale per individuare la presenza di elementi pericolosi e dannosi per la pelle. In particolare, può essere utile per evitare reazioni allergiche o effetti secondari dopo l'utilizzo di un prodotto, ma anche per comprendere l'origine di un ingrediente. Soprattutto nel caso di detergenti viso bio, saper leggere l'INCI permette di riconoscere se un elemento ha un origine vegetale oppure petrolchimica, che causa l'occlusione dei pori e non permette alla pelle di respirare.

Detergente viso biologico: la nostra selezione

A questo punto possiamo descrivere i quattro migliori detergenti per il viso presenti in commercio, secondo la nostra selezione.

1) CBN Lait bio purificante

Si tratta di un latte detergente per il viso, interamente biologico, disponibile nel formato da 190 millimetri. Questo prodotto è adatto a tutti i tipi di pelle ed è in grado di purificare a fondo, eliminando le impurità e le cellule morte dalla superficie del viso. Un altro vantaggio è dato dal fatto che rispetti il pH della pelle, non alterando la sua composizione e allontanando i metalli pesanti. Il latte detergente bio di marca CBN è realizzato con cellule germinali vegetali e altri prodotti naturali, ed è completamente privo di sostanze tossiche e dannose per la pelle.

2) Clarins Cera mousse bio

Questo prodotto di marca Clarins è una mousse per il viso bio, disponibile nel formato da 125 millimetri e che contiene la melissa e la genziana gialla, oltre agli acidi ricavati dalla polpa di tamarindo. Anche esso si adatta a ogni tipologia di pelle, esfoliandola e rendendola molto più elastica e luminosa; inoltre, è facile da applicare e da utilizzare. Per un effetto benefico è necessario porla direttamente sulla pelle bagnata e risciacquare abbondantemente con acqua fresca oppure tiepida (preferibilmente la sera).

3) I Provenzali Gel viso 2 in 1 bio

Il gel detergente biologico di marca I Provenzali è la scelta ideale per idratare a fondo la pelle del viso e per eliminare le impurità e il trucco. Il 99,92% degli elementi che costituiscono questo detergente è naturale, così come il suo profumo, in quanto nella sua composizione non sono presenti OGM. Il prodotto è disponibile nel formato da 150 millilitri e per utilizzarlo basterà passarlo e massaggiarlo su viso e collo e alla fine risciacquare.

4) I Provenzali acqua micellare bio

Questo prodotto di marca I Provenzali è un'acqua micellare disponibile nel formato da 400 millilitri, costituita per il 99,15% da ingredienti naturali e per il 98,52% da elementi bio. Si tratta di un detergente biologico a tutti gli effetti, in quanto è rispettoso dell'ambiente e degli animali; inoltre, ha la capacità di eliminare lo sporco e le impurità dal viso, dagli occhi e dalle labbra grazie alla composizione di origine vegetale. Infine, è in grado di idratare e rendere la pelle più elastica grazie alla presenza dell'acido Ialuronico.

​Gel unghie fai da te

1 month ago

La ricostruzione unghie gel è indicata per tutte coloro che tengono ad avere una perfetta manicure e a lunga durata. Scopriamo insieme come si realizza comodamente in casa!

Chi non vorrebbe avere delle mani sempre curate e in ordine? Sono moltissime le donne che amano prendersi cura delle proprie unghie, anche se spesso il procedimento potrebbe risultare non così semplice ed i risultati non pienamente soddisfacenti.

Ma niente paura, a tutto c’è rimedio! L'applicazione del gel nasce proprio con l’obiettivo di ottenere l’effetto che più si desidera senza preoccuparsi di ritoccare le unghie continuamente. Essa permette infatti di allungare le unghie, scegliere la forma, colore e decoro preferito. Ma andiamo con ordine e vediamo come realizzarla fai da te!

Come realizzare il gel unghie fai da te: i prodotti necessari

Solitamente per realizzare la ricostruzione in gel ci si affida alle sapienti esperte mani di onicotecniche professioniste, ma il costo può essere notevole. Se si ha la voglia di risparmiare un po’ e mettersi alla prova, si può realizzare "fai da te" tramite dei kit appositi, acquistabili sia nei negozi fisici, sia online, come il Peggy Sage Starter kit gel sculpt, che comprende: un tubetto di Gel sculpt Clear 56 gr, un flacone di Gel Sculp 240 ml, uno strumento con doppia spatola e pennello. Si tratta di gel resistenti, leggeri e di facile applicazione poiché richiedono poca limatura e mantengono la loro elasticità per tutto il tempo dell’applicazione. Tra i gel base troviamo il Peggy Sage Gel UV%LED per unghie fragili. È un prodotto elastico, ad alta densità e dalla texture fibrosa che rafforza le unghie fragili e dà spessore alle unghie rovinate. Se siete amanti del viola proponiamo il Peggy Sage Gel colorato per unghie UV&LED waterway, ottimo per realizzare le decorazioni in poco tempo grazie alla facilità di utilizzo e ai tempi di attesa di asciugatura. Ma nel sito c'è una vasta gamma di prodotti colorazioni, dal blu al verde, poi ancora il giallo, il fucsia, il rosso, il blu, il nero, ecc. Inoltre serve una lima buffer per limare e opacizzare l’unghia, lo sgrassante, il primer che agisce come base e potenzia l'adesione degli altri prodotti, gel top coat e la lampada LED.

Gel unghie fai da te: i vari passaggi

Una volta che il kit è pronto, ci si può mettere all’opera! Innanzitutto occorre pulire l’unghia (eliminando eventuali residui di smalto) ed eliminare la cuticole, ammorbidendole con l’apposito olio e spingendole con un bastoncino di legno. Poi prendere la lima buffer per limare la superficie e sgrassare, così, l’unghia. A questo punto applicare il primer e farlo asciugare per bene, dopodiché si prende il gel base e si stende evitando di fare solchi, poi si fa polimerizzare in lampada led per pochi minuti. A questo punto sgrassare l’unghia con il prodotto apposito, passare una prima mano di gel colorato e polimerizzare. Poi ripetere i passaggi: altra mano di gel, polimerizzare e sgrassare. Applicare dei decori a piacimento se si vuole, infine applicare il top coat, polimerizzare e sgrassare.



Pennello gel: quale scegliere e come usarlo

Per ottenere buoni risultati nell’applicazione del gel in casa, oltre all’utilizzo di ottimi prodotti, come quelli che vi abbiamo proposto, è importante utilizzare anche degli strumenti appropriati. La scelta del giusto pennello gel è fondamentale sia per la stesura del prodotto stesso, che per realizzare le nail art. Nelle prime fasi di applicazione, quindi per lavorare il gel, applicarlo sull’unghia e realizzare eventuali allungamenti, si possono usare i pennelli rettangolari in setole naturali o sintetiche. Uno di quelli che vi proponiamo è il Peggy Sage Pennello speciale gel #06; disponibile anche in un modello con setole più lunghe come il Peggy Sage Pennello speciale gel #04. Per quanto riguarda l’applicazione del colore, è utile un pennello gel ovale, che si adatta con facilità al letto ungueale, dotato di setole morbide che rendono fluida la stesura del gel, senza creare solchi. Mentre il Peggy Sage Pennello Bisellato MG Gel UV, dalla forma bisellata e setole sintetiche, è adatto per la ricostruzione delle unghie, per il french e per realizzare delle bellissime decorazioni. Anche nel caso in cui si volessero realizzare delle nail art, la scelta dei pennelli gel è piuttosto variegata. Si utilizza il Peggy Sage Pennello nail art extra fine Kolinsky Roubloff dk13r per tracciare linee molto sottili e ghirigori; mentre il Peggy Sage Pennello nail art speciale acrilico per realizzare sfumature con i colori acrilici.

Ecco come usare il pennello gel: i vari passaggi

Il pennello gel, essendo uno strumento di precisione con setole piuttosto piccole, deve essere adoperato facendo attenzione e avendo alcuni accorgimenti. Innanzitutto bisogna estrarre il pennello dalla confezione togliendo il cappuccio in modo delicato, poi rimuovere la colla. Adesso arriva la parte più bella: immergere le setole del pennello gel nel prodotto a cui è destinato finché non ne saranno completamente intrise e iniziare l'applicazione sull'unghia. Ultimato il lavoro precedere con la pulizia delle setole: bisogna massaggiarle in maniera delicata su un pezzo di carta con sopra un po' di top coat o gel trasparente, in questo modo il tal modo entrerà nelle setole buttando via il colore; poi pulire con un pezzo di carta le setole e ripetere l’operazione affinché tutto il colore non sarà fuoriuscito. Per agevolare il lavoro, però, e rendere la pulizia più veloce è consigliato acquistare almeno 3 pennelli (uno per i gel dai colori scuri, uno per quelli chiari e un altro per i glitter).

Split ender pro Talavera

2 months ago

Uno dei danni che maggiormente si riscontra nei capelli è la presenza delle doppie punte. Questo fastidioso problema rende i capelli spenti e opachi, privandoli della loro naturale lucentezza.
Trattare le doppie punte in tempo consente però di eliminarle, restituendo così ai capelli nuova energia e vitalità.

Ma perché si formano le doppie punte e soprattutto quali sono i metodi per eliminarle e prevenirne la ricomparsa? Scopriamo insieme le cause e il dispositivo che aiuta a rimuoverle efficacemente!

Cosa sono le doppie punte e perché si formano

Il fenomeno delle doppie punte è scientificamente definito con il termine di tricoptilosi. Questa problematica consiste in un'alterazione della struttura e della forma del capello. L'origine delle doppie punte risiede in una vera e propria rottura del fusto capillare che letteralmente si sdoppia e ad occhio nudo appare con una punta biforcuta. In altre parole, la punta dei capelli appare sdoppiata in due, o più, sezioni.

Un danno che certamente è di natura estetica, ma che nasce da un'alterazione della fisiologia del capello.

I motivi per cui si formano le doppie punte sono molteplici:

  • il calore eccessivo generato da piastre e asciugacapelli;
  • spazzolare i capelli energicamente (il danno aumenta se i capelli vengono sono umidi o bagnati)
  • trattamenti aggressivi non effettuati in modo professionale, come ad esempio la stiratura chimica, la permanente, decolorazioni e tinture;
  • uso di elastici e altri accessori per legare i capelli;
  • condizioni climatiche che ne favoriscono l'insorgenza, come l'alto tasso di umidità o, al contrario, un clima molto secco;
  • utilizzo di prodotti per capelli di bassa qualità;
  • mancata cura dei capelli mediante prodotti emollienti e curativi, finalizzati al mantenimento della fisiologia del capello.

Come prevenirne la comparsa delle doppie punte

Uno dei rimedi maggiormente usati per eliminare le doppie punte è quello di effettuare un taglio ai capelli. Questo rimedio, in realtà, funziona solo in parte, poiché un nuovo taglio di capelli eliminerà soltanto una minima quantità delle doppie punte presenti nella chioma. Dunque, questo rimedio è del tutto insufficiente a garantire il ripristino totale della fisiologia del capello.

Esistono due accorgimenti, in particolare, che permettono di prevenire la comparsa delle doppie punte: evitare l'utilizzo di piastre non professionali e ad alte temperature; utilizzare fluidi e prodotti professionali specifici per il trattamento e la cura del fusto capillare.

Oltre alla cura del capello, esiste però un dispositivo in grado di eliminare le doppie punte senza accorciare i capelli. Scopriamo insieme di cosa si tratta!



La piastra che toglie le doppie punte

La Split Ender è un dispositivo innovativo che riesce a rimuovere le doppie punte senza dover ricorrere a un drastico taglio. È adatta a tutti i tipi di capelli: lisci, ricci, mossi, lunghi, medi, corti, spessi o sottili.

Caratteristiche e meccanismo della Split Ender

Split Ender è una piastra unica nel suo genere poiché è in grado di lisciare i capelli e al contempo eliminare le doppie punte, tagliando soltanto la seconda punta del capello e mantenendo intatta la prima.

La Split Ender ha un corpo in plastica che la rende leggera ed ergonomica da tenere in mano, mentre la parte predisposta al taglio delle doppie punte è in metallo e la parte che produce calore è in ceramica, un materiale che contrasta l'elettrostaticità dei capelli.
Ha un'impugnatura in gomma progettata per essere comoda da utilizzare anche per le persone mancine.
È dotata di un pulsante ON/OFF e LOCK, tasto che permette l'accensione, lo spegnimento e il blocco della piastra in posizione di chiusura per preservarne il funzionamento nel tempo.
La piastra per doppie punte ha tre diverse modalità di funzionamento: cavo elettrico, batteria ricaricabile e modalità cordless (senza filo).
Ha una potenza di 30 Watt, una tensione compresa tra 110 e 240 Volts e una frequenza di 50 Hertz. La temperatura raggiunta dalla piastra va da 140° a 230°.
La larghezza della lamella è di 30 cm, ciò permette di trattare ciocche abbastanza grosse (in media 150 capelli per volta).
La piastra è dotata di una testina rotante, da un set di lame di diversa misura che effettuano il taglio delle doppie punte e da un piccolo serbatoio trasparente che trattiene le punte eliminate.
Nel momento in cui la piastra accoglie le ciocche di capelli, il meccanismo dotato di spazzola e lame si attiva eliminando efficacemente le doppie punte.

La Split Ender va utilizzata su capelli puliti, asciutti e pettinati, poiché i nodi impediscono il corretto funzionamento delle lame. I capelli totalmente liberi dai nodi permettono alla piastra di scivolare in maniera ottimale in modo da ottenere un risultato eccellente.
La piastra è dotata di un distanziatore che permette di regolare la lunghezza del taglio delle doppie punte che si desidera effettuare. È possibile scegliere tra un taglio di 6 mm e un taglio di 3 mm.
Il taglio di 6 mm è l'opzione consigliata quando si effettua il primo trattamento in assoluto e va ripetuto ogni 3 mesi; mentre quello da 3 mm può essere ripetuto una volta al mese.
Per effettuare il trattamento occorre suddividere i capelli in ciocche e passare la piastra su ogni ciocca per tre volte.

Esistono due diversi modelli di piastra Split Ender: PRO e MINI. Il modello PRO è dotato di una batteria ricaricabile e di un cavo di alimentazione; può essere utilizzata anche in modalità senza filo. Il modello MINI è più piccolo, completamente senza cavo, con funzionamento a batteria AAA (mini stilo).

I benefici e vantaggi della Split Ender

Una volta terminato il trattamento, il taglio dei capelli sarà intatto e privo di modifiche, mentre la chioma risulterà completamente rinnovata, ricca di nuova luce, forza e vitalità.

Con Split Ender, eliminare le doppie punte è davvero facile e veloce e soprattutto non sarà più necessario rinunciare ai capelli lunghi. Grazie al suo speciale meccanismo, i capelli potranno continuare a crescere sani e in forma, liberi dalle doppie punte.

Se anche tu sei entusiasta delle potenzialità offerte dalla piastra per doppie punte Split Ender non ti resta che provarla! Puoi trovarla sul nostro sito nelle due versioni PRO e MINI.

Dettagli Posted in: CAPELLI

​Ragadi ai piedi. Cause e rimedi efficaci.

2 months ago
In questo articolo parleremo delle ragadi, un problema frequente che spesso colpisce i piedi e non fa altro che rendere le nostre giornate fastidiose e dolorose. Scopriamo insieme di che cosa si tratta e quali rimedi possono essere attuati per porre fine a questo disagio.

Che cosa sono le ragadi ai piedi e come si formano?

Quando si parla di ragadi si fa riferimento a tagli che si manifestano sui piedi o sulla pelle, per lo più nella zona delle dita e del tallone, causando dolore e sanguinamento difficili da sopportare. I piedi sono una zona molto soggetta alla formazione delle ragadi, poiché la pelle di questa parte del corpo è molto secca e quindi più propensa a danneggiarsi e a generare fastidiose lesioni. Indossare le scarpe tutto il giorno certamente non aiuta, in quanto il piede sfrega continuamente contro la suola delle calzature, così come utilizzare prodotti troppo aggressivi che non fanno altro che alterare il ph cutaneo.
Non raramente infine, le ragadi possono scaturire da forme allergiche dovute alla dermatite o al diabete, condizioni che possono rappresentare un grave fattore di rischio per lo sviluppo di questi problemi.
Non sempre però la comparsa delle ragadi ai piedi è da associare ad un problema di salute, in quanto anche grandi sbalzi termici fra il caldo ed il freddo possono comportare lo sviluppo di questa anomalia cutanea.

Quali sono i rimedi naturali e quali i rimedi da acquistare?

Per fortuna il problema delle ragadi ai piedi può essere risolto molto facilmente, in quanto è possibile intervenire ricorrendo a diversi tipi di trattamenti. Tra i prodotti da acquistare troviamo creme a base di pantenolo, oppure confezionate sfruttando le proprietà dei ceramidi, dell'urea, della vitamina E o della glicerina.
Esistono poi dei prodotti realizzati appositamente per la lotta alle ragadi, ovvero oli specifici, cerotti o pellicole che fungono da barriera ed evitano il contatto diretto del piede con tutte quelle sorgenti che potrebbero comportare la nascita della ragade.

Anche la natura però offre un importante aiuto volto a fermare l'insorgenza delle ragadi.
È possibile ricorrere a diete ricche di liquidi e scorie in grado di favorire la giusta idratazione della cute, oppure acquistare preparati erboristici composti da altea, semi di lino, inulina, malva e tante altre erbe che riescono a garantire il giusto apporto di liquidi alla pelle, evitando che questa possa screpolarsi.

Come rimedio topico naturale invece, è consigliabile idratare i piedi con l'olio di jojoba, di oliva o burro di karité o ancora creando un prodotto esfoliante dato da una miscela di sapone per le mani, olio di oliva e zucchero.
Anche la calendula è molto rinomata in quanto cura le ragadi, mentre l'aloe vera contrasta l'infiammazione.


ragadi ai piedi


Tre soluzioni Top suggerite da Tre Pi Profumerie

Ecco tre prodotti suggeriti da Tre Pi Profumerie che ti aiuteranno ad eliminare le ragadi e a prevenirne l'insorgenza.

Peggy Sage crema ultra nutriente al burro di karité per piedi secchi

Questo prodotto è completamente naturale e permette di idratare e nutrire la pelle dei piedi in profondità. Grazie alla presenza del burro di karité la tua pelle risulterà immediatamente più morbida e vellutata, elemento che andrà ad eliminare la formazione dei tagli e delle screpolature originate dalla secchezza della cute.
Si tratta di una soluzione molto vantaggiosa, in quanto non solo consente di beneficiare di un rimedio di alto livello e grande qualità, ma grazie al comodo dosatore sarà davvero semplice applicare la dose indicata limitando gli sprechi e garantendo un trattamento costante e prolungato per il tempo necessario alla risoluzione del problema.

Peggy Sage maschera piedi calzini esfoliante

Questa maschera per i piedi è davvero innovativa ed efficace, in quanto riesce a dare molto sollievo nel giro di pochi minuti. Questo prodotto è estremamente semplice da applicare, poiché basterà indossare la maschera proprio come si fa con un paio di calzini.
Successivamente non bisognerà far altro che lasciare agire il prodotto per il tempo indicato sulla confezione e potrai finalmente vantare dei piedi morbidi e vellutati, liberi dalla pelle secca e dalle cellule morte che quotidianamente si formano sulla superficie degli stessi.
Questa confezione è inoltre molto pratica e comoda da trasportare anche in viaggio, per non parlare poi della velocità con la quale riesce a regalare i suoi benefici a chi la usa.

Face Complex crema piedi bava di lumaca

La crema per i piedi alla bava di lumaca è sicuramente un trattamento molto indicato per la prevenzione e l'eliminazione delle ragadi. Questo prodotto infatti, contiene tutte le proprietà in grado di garantire la piena salute dei tuoi piedi sia dal punto di vista nutriente ed idratante, che per quanto riguarda il mantenimento del pH della cute. I tuoi piedi risulteranno più morbidi subito dopo all'utilizzo e potrai beneficiare di una bellissima sensazione di freschezza non appena la crema verrà assorbita.
Questo prodotto agisce eliminando le ragadi e favorendo il processo di guarigione e cicatrizzazione di quelle già presenti.

Ecco quindi tutti i rimedi da adottare in caso di ragadi ai piedi, grazie ai quali potrai tornare a camminare senza problemi e ad allontanare ogni forma di dolore e di fastidio.

​Come realizzare un trucco smokey eyes

3 months ago
Il trucco dona sempre alle donne quel tocco di eleganza che riesce a evidenziare la personalità ed il carattere.

Fin dall'adolescenza iniziamo a chiedere ai genitori di comprarci il mascara ed il gloss, oppure la prima palette, per provare i colori che ci si addicono di più, in base alla tonalità dei capelli, della pelle e degli occhi; seguiamo ogni tipo di tutorial per non diventare un insieme di linee nere vicino alle ciglia o un clown dalle gote troppo colorate.

La nostra passione per il trucco è qualcosa che si protrae nel tempo: un viso ben curato, con degli elementi che riescano a illuminare la pelle ed a particolareggiare i tratti somatici, riesce a farci sentire sicure e belle. Aumentando la nostra autostima.

Nel corso degli anni il modo di truccare il viso è andato via via trasformandosi, seguendo le mode e le tendenze del momento: la forma degli occhi fortemente evidenziata come negli anni settanta, ad esempio, è diventata un trucco acqua e sapone negli anni duemila, per poi cambiare ancora.

Soltanto una tecnica è rimasta intatta nel tempo, non ha subito variazione e ancora oggi è indice di eleganza e forza: lo smokey eyes.

Smokey Eyes

Oltre ad essere uno dei make-up che le donne amano di più, lo smokey eyes ha un'origine antichissima, una delle più antiche fra tutte le tecniche per truccarsi.

Degli studi hanno addirittura riportato i primi esempi già fra i Sumeri, per essere seguiti poi dai popoli della Mesopotamia e dell'Egitto: ottenevano una polvere scurissima, chiamata Kohl, unendo un composto di mandorle bruciate, rame e piombo alla cenere.

Un modo per evidenziare gli occhi e rendere lo sguardo ancora più profondo.

Al giorno d'oggi si trovano già prodotti pronti che ci aiutano a realizzare questo amato make-up, ma si devono comunque seguire dei passaggi per evitare di far diventare i nostri occhi una grande macchia colorata. La prima cosa da fare è senza dubbio applicare una leggerissima base di primer, procedendo dal basso verso l'alto con estrema delicatezza. La linea della matita, che dovrà coprire tutta la lunghezza delle ciglia, dovrà essere sfumata fino a diventare una lieve onda di colore.
Lo step successivo è più semplice, ovvero applicare un ombretto dello stesso colore della matita, magari in due tonalità diverse, una scura ed una chiara. Per una maggiore tridimensionalità si consiglia il colore più intenso nella parte più esterna dell'occhio, e magari un punto luce nell'angolo interno.
Un tratto di matita nella rima inferiore ed in quella superiore sarà il tocco finale che renderà il nostro sguardo magnetico ed il trucco definito e completo. Un colpo di mascara ed il gioco è fatto.

Lo smokey eyes può essere realizzato in diversi colori. Quando pensiamo a questa tecnica di make-up, abbiamo sempre in mente un occhio truccato con colori scuri, tendenti al nero come appunto quelli degli antichi egizi. Ed in parte è vero... Come dice il nome, ha avuto il suo debutto proprio calcando sui colori scuri, dalle tonalità più leggere o fortemente intense, ma pur sempre nere.

Nel corso del tempo poi, con i gusti e la ricerca di qualcosa di nuovo sempre alla portata di mano, ha iniziato ad evolversi, includendo anche altre categorie di colori, come il marrone ed il verde.
Tonalità che ricordano sempre quelle degli occhi ma che rendono evidenziato lo sguardo in maniera del tutto diversa.


Smokey Eyes nero.

Le sfumature di questo particolare make-up lo rendono fortemente adatto a serate ed eventi molto importanti, in cui si vuole apparire affascinanti ed attirare l'attenzione degli altri.

Lo smokey eyes nero è un must, e rimane adeguato anche ad un viso che inizia ad evidenziare i segni del tempo. Tutta l'attenzione verrà canalizzata sullo sguardo facendo sparire le piccole imperfezioni che si possono trovare su un viso più adulto.

L'applicazione dei vari cosmetici per rendere il nostro occhio profondo e delineato, matita, ombretto, mascara, deve essere attenta ed accurata; partendo sempre dalla parte più esterna e arrivando delicatamente a quella interna, seguendo i bordi delle ciglia e sfumando con attenzione, non si avranno problemi di macchie o linee troppo spesse.
Rispettare diligentemente queste poche regole donerà un trucco degno di una star di Hollywood, i colori scuri, inoltre, riusciranno a rendere sensuale ed elegante qualsiasi sguardo, indipendentemente dalla forma degli occhi.

Uno dei prodotti usati ed apprezzati di più per lo smokey eyes marrone è la Palette 03 Deborah Smokey Eye, una piccola soluzione da portare sempre in borsa per un trucco veloce o un ritocco dell'ultimo momento.




Smokey Eyes marrone.

Lo sguardo incorniciato dalle varie tonalità del marrone è quel tocco sensuale che viene particolarmente apprezzato dalle ragazze più giovani. A differenza del nero, che potrebbe caricare eccessivamente il viso di una ragazza, questo colore rende accesso lo sguardo senza strafare; sottolineando comunque l'intensità e la profondità.

La versatilità di questo colore riesce ad intonarsi bene anche con sfumature come il beige, il bronzo, il biscotto, l'arancio, per poter cambiare in base all'outfit o all'umore del momento.

Come per ogni make-up che si rispetti si deve applicare inizialmente una buona base, in modo da correggere le eventuali occhiaie e marcare i contorni del viso; applicare poi l'ombretto, sfumandolo su tutta la palpebra.
Sempre meglio suddividere l'occhio in tre punti: l'angolo interno per un colore più chiaro, il centro per una tonalità media e la parte esterna per il marrone più scuro per poi sfumare bene con un pennello, rendendo meno evidenti i tratti caratteristici di questi colori, dovrà sembrare uno stesso ombretto ma applicato in modi diversi: dal più leggero al più intenso. Un tocco di mascara nero e gli occhi saranno pronti ad affascinare chiunque.

Molto consigliata per questo tipologia di trucco, grazie alla sua grande varietà di colori di tonalità simili, è la palette Layla Redemption Warm. Averla a portata di mano potrà cambiare le nostre giornate.



Smokey Eyes verde.

Se i colori scuri non risultano troppo intonati alla carnagione o non amiamo un trucco troppo scuro lo smokey eyes verde potrebbe essere la soluzione ideale.
Anche per questo colore l'importante è sfumare tutto con attenzione, e diversificare la palpebra con varie tonalità, che potranno arrivare anche al panna. Partendo sempre dalla parte esterna dell'occhio tutto risulterà più omogeneo e naturale.

Per gli amanti del verde la piccola palette Nouba Quattro Eyesshadow640 è senza dubbio la più indicata.

Qualsiasi colore si scelga per lo Smokey eyes l'importante è seguire le semplici indicazioni e lasciarsi trasportare dal proprio gusto personale, il risultato sarà perfetto!

Dettagli Posted in: MAKE UP

​Codice a barra labbra.

3 months ago

I rimedi per eliminare le fastidiose rughe

Con il passare degli anni, i segni lasciati dallo scorrere del tempo sono sempre più evidenti sul volto. Una delle caratteristiche più fastidiose che possano comparire sono le rughe del fumatore dette anche codice a barre labbra. Sono difficilissime da nascondere con il trucco e possono essere per molte persone motivo di imbarazzo.

Questo inestetismo si riconosce dai tipici solchi attorno alle labbra che coprono la bocca perpendicolarmente.

Essendo così evidenti e difficili da nascondere con il make up la soluzione migliore è quella di trattare questo segno dell'età con degli appositi prodotti, se vuoi saperne i più di come liberarti del codice a barre sulle labbra continua a leggere l'articolo.

Le cause del codice a barre labbra.

Se vogliamo capire come curare questo inestetismo dobbiamo prima capire che cosa lo causa, anche perché le cure e i trattamenti vanno sempre accompagnati dal giusto stile di vita.

Sicuramente in gran parte è dato da fattori genetici, i quali predispongono determinate persone allo sviluppo di questa caratteristica.

Come molti sapranno è un sintomo che compare quasi esclusivamente con l'avanzare dell'età, questo perché le labbra tendono a perdere contenuto e a sgonfiarsi.

I fattori invece che dipendono dalle nostre scelte di vita sono numerosi, come ad esempio una cattiva alimentazione, povera di vitamine, o cattive abitudini come il fumo oppure l'abuso di sostanze alcoliche. In alcuni soggetti ha un certo peso anche la mimica facciale pronunciata e lo stress, per i più abbronzati invece l'esposizione ai raggi ultravioletti è spesso la causa principale.

Un modo naturale per notare miglioramenti immediati è invece l'abitudine di mantenersi idratati.



Cosa possiamo fare?

L'invecchiamento della pelle è un processo naturale ed inevitabile ed ha origine intorno ai 25-30 anni di età. Detto ciò ci sono alcune accortezze e prodotti che negli anni sono stati sviluppati proprio per contrastare questo brutto inestetismo.

Noi abbiamo individuato per voi alcuni prodotti testati che gli specialisti del settore consigliano per rallentare e spesso far sparire le rughe sulle labbra.

Questa crema Gabor è un ottimo prodotto, particolarmente setosa e piacevole all'applicazione, aiuta sensibilmente a ridurre la profondità e lo spessore dei solchi.
Ha un effetto tonificante sui tessuti che bordano le labbra ed è indicata anche per l'applicazione sulle borse sotto gli occhi per chi ne avesse bisogno.
L'effetto sgonfiante ha effetto immediato e nel giro di pochi giorni si possono già notare i primi benefici.
Adatta anche alle pelli più sensibili e delicate.

Questo prodotto a base di Aloe Vera ha dei principi attivi particolarmente efficaci, in primis garantisce un'azione calmante dei tessuti aiutando a distenderli e a rendere meno visibili le rughe.
Inoltre grazie alle proprietà dell'olio di crusca estratto dal riso rende la pelle meno propensa all'invecchiamento.
Sono stati aggiunti dei filtri solari per proteggere quelle aree di pelle tanto sensibili poiché sottili in modo che non subisca danni a causa dei raggi solari.
Allo stesso tempo il Burro di Karité e la Cera d’Api garantiscono un effetto nutriente ed emolliente.

Questo innovativo trattamento per le labbra ha una funzione sia rassodante che riempitiva, ovvero agisce sui tessuti e va a combattere il naturale rilassamento della pelle, lasciando così una pelle visibilmente più giovane e rilassata. Particolarmente indicato per chi ha rughe causate dal troppo stress.
Si consiglia un applicazione quotidiana sul contorno labbra tutti i giorni, indifferentemente dal fatto che sia mattina o sera, dopo aver accuratamente sciacquato il viso per tonificarlo.

La sua caratteristica più apprezzata è l'effetto quasi immediato di questo prodotto.
Lavora in maniera intensiva per ridurre i segni lasciati da chi ha una mimica facciale molto pronunciata rendendo la pelle visibilmente più elastica e soda.

Si assorbe molto velocemente e rinfresca la pelle sin dal primo utilizzo, questo prodotto viene ampiamente utilizzato dai vari professionisti del settore estetico nei vari centri, di recente disponibile anche per l'impiego personale in casa.

Si tratta di un prodotto costituito da molti ingredienti interamente naturali, come il plancton marino che fornisce l'azione anti aging tanto apprezzata e da una tonicità caratteristica al volto, l'estratto di ippocastano ha un effetto emolliente e aiuta a combattere le irritazioni tipiche della pelle nei suoi punti più sottili, l'estratto di cacao ringiovanisce la pelle e le dona un aspetto sano, giovane e ne ridefinisce i contorni.

Per un utilizzo ottimale si consigli l'applicazione con la punta delle dita seguita da leggeri movimenti circolari, quasi come se fosse un massaggio, fino al completo assorbimento del prodotto.

Un prodotto relativamente nuovo e già di moda tra i principali esperti del settore, garantisce un aspetto immediatamente più giovane e vitale in tempi molto brevi, l'effetto è quello del lifting della pelle, quindi una pelle più distesa ed elastica priva di rughe.
Perfetto per chi è un po' più avanti con l'età e inizia a mostrarne i primi segni sulle labbra.

Grazie all'impiego dell'estratto di fiori di ippocastano rigenera la pelle rendendola più soda e compatta in modo da combattere l'afflosciamento dei tessuti così da ridurre notevolmente le rughe presenti sul viso.

Delle innovative polveri multi-riflettenti riescono a ridurre l'effetto gonfio delle rughe più profonde che solcano le labbra in perpendicolare.

Abbiamo visto con questa selezione di prodotti professionali come sia possibile combattere il codice a barre sulle labbra senza ricorrere a costosi interventi chirurgici invasivi, delle soluzioni naturali e semplici da applicare alla portata di tutte le tasche e le esigenze possibili.

​Come rendere la barba morbida

4 months ago

ualora tu decida di far crescere una barba folta e completa, devi affrontare il tema sul come ammorbidire la barba. Avere una barba luminosa, in salute e bella è il sogno di molti uomini che aspirano a trasmettere la propria eleganza ed essenza attraverso di essa.

La barba gioca un ruolo fondamentale nell'incorniciare il viso e per questo è importante imparare a curarla e dedicarle del tempo ogni giorno per non risultare trasandati ed ottenere l'effetto opposto a quello a cui si aspira. Oltre a garantirci una bella presenza, curare la propria barba quotidianamente è un gesto d'amore verso se stessi.



Barba morbida

Vantaggi e trucchi per una barba morbida

Per poter ottenere e mantenere la propria barba morbida e in ordine è importante prendere l'abitudine di lavarla ogni mattina, un piccolo gesto che può fare molto, imparare a vederla non solo come peluria superflua sul viso, ma come parte integrante del look.

Il consiglio è di utilizzare uno shampoo da barba apposito oppure un sapone delicato ed evitare di usare prodotti troppo aggressivi o non specifici che non rispettino il pH della cute del viso.

Il lavaggio quotidiano è fondamentale, basti pensare alla maggior esposizione a germi che ha rispetto ai capelli dal momento che viene più spesso toccata con le mani - con le quali tocchiamo qualsiasi superficie trasportando su di essa al contatto migliaia di germi - o ancora basti pensare che, mangiando o bevendo, residui di cibo potrebbero rimanere intricati nella barba e favorire il proliferare dei batteri.

Fondamentale, dopo aver lavato la barba ed eliminato tutto il sebo in eccesso con lo shampoo specifico, è pettinarla, dirigendo i peli della barba tutti verso l'alto, quindi in contropelo.
A questo punto noterai che alcune puntine fuoriescono dal disegno, tutti quei peli che disturbano la linea guida che incornicia il volto vanno tagliati in modo da pareggiare il tutto, ecco che quindi otterrai subito un'aspetto più curato e preciso. Per effettuare questo passaggio puoi utilizzare delle forbicine da taglio oppure se preferisci una macchinetta regola barba.
Mentre utilizzi la macchinetta, presta attenzione, perché dovrai eseguire la rifinitura senza il pettine come guida e quindi il margine di errore è più ampio; il consiglio di preferire la macchinetta regola barba al metodo delle forbicine è rivolto a chi ha un'ottima manualità ed un buon colpo d'occhio.

È importante, inoltre, prestare attenzione al tipo di acqua che si utilizza per detergere il viso; se si utilizza un tipo di acqua troppo ricca di minerali come per esempio i bicarbonati, il sodio, il potassio e il magnesio potrebbe non essere ideale per l'equilibrio da mantenere. L'acqua che presenta grandi quantità di minerali sopra elencati nella sua composizione, tenderà a lasciare una patina doppia dopo il contatto che sarà proprio costituita dai residui dei minerali stessi, potrebbero rendere la barba difficile da districare e da gestire, rendendo meno efficaci i prodotti utilizzati.

Nei mesi più freddi sarà fondamentale prestare ancor maggiore attenzione alla barba; le basse temperature andranno a rendere i peli molto duri di conseguenza ruvidi e spessi.
Ricorda che le temperature fredde tendono a seccare e rendere la pelle molto più sensibile, quindi è buona abitudine idratare e prestare maggiore attenzione a tutto il viso con prodotti appositi, lenitivi, idratanti e non aggressivi.

Limita l'utilizzo di alcool che si può trovare all'interno del dopobarba per esempio, utilizzato dal barbiere non crea alcun danno, ma meglio evitarne l'uso quotidiano, l'alcool andrà a seccare e rendere opaca la pelle.
Opta sempre per prodotti di qualità e professionali, puoi ad esempio far riferimento a questo fluido della Bioetyc, un balsamo per renderla più morbida e lucente grazie all'aloe vera che è in grado di lenire arrossamenti e irritazioni, non necessita di risciacquo, aiuterà anche a districare grazie all'estratto di alghe rosse.

Questo olio spray della Dr K Soap Company è l'ideale per il giusto nutrimento grazie all'olio di albicocca, vitamina A e C e olio di Jojoba; oltre al profumo dato dagli olii essenziali di Rosmarino, lavanda e menta peperita.


Oli per barba, tutte le proprietà

L'olio da barba dovrebbe essere utilizzato sin dalle prime fasi di crescita.

Si tratta di un prodotto fondamentale per nutrire, ammorbidire, idratare e mantenere la barba sempre in salute. Consente di evitare pruriti dovuti alla secchezza ed alla forfora.
Oltre ad "occuparsi" della morbidezza della barba, serve per idratare e lenire la pelle sottostante.

L'olio per barba va applicato subito dopo la doccia per garantirne la massima efficacia, basteranno 2-3 gocce se la tua barba è corta oppure fino a 5-6 se la barba è media o lunga.

Dopo aver riscaldato l'olio tra le mani massaggialo sulla barba in maniera uniforme non troppo abbondante, permettendo ai peli di assorbire al meglio tutti i nutrienti che saranno utili per disciplinare e districare, oltre a donare lucentezza e morbidezza.

Affidati alla sicurezza ed efficacia dei prodotti Tre Pi' come ad esempio questo olio da barba idratando la cute renderà la barba più nutrita e morbida grazie agli aromi di arancia e zenzero.

Dettagli Posted in: CAPELLI

Caduta capelli uomo. Noi diciamo stop!

4 months ago

Perché cadono i capelli?

La caduta dei capelli o diradamento, è un evento che molti uomini sono costretti ad affrontare fin da giovani, a partire spesso dai 25-30 anni.

Questo fenomeno pur essendo frequente, può essere tuttavia motivo di grande stress, bassa autostima e insicurezza perché innegabilmente cambia il proprio aspetto seppur consentendo all'uomo di rimanere affascinante.

In ogni caso è giusto evitare la caduta dei capelli, cercando di mantenerli sempre forti, sani e brillanti più che mai, ciò che risulta davvero importante è intervenire con tempestività, non appena si nota qualche chiaro segnale, come ad esempio un inizio di stempiatura.

Ma arriviamo al dunque: perché cadono i capelli all'uomo?

Quando si tratta di determinare le vere cause che portano i capelli degli uomini ad una progressiva caduta, non è mai semplice in quanto diversi fattori influenzano questo fenomeno. Bisogna dire che il motivo principale o, quantomeno, quello che più riguarda gli uomini è di tipo ereditario. Infatti molto spesso interviene la genetica nella presenza di alopecia androgenetica, questo riguarda più del 70% dei casi.

Quando è il caso di quest'ultima, si manifesta una progressiva e lenta caduta dei capelli a partire da circa i 30 anni d'età. Allo stesso tempo, vi sono diverse probabilità che il diradamento inizi anche prima e, in questo caso, l'esito è ancora più rapido e aggressivo. Questo accade perché alcuni uomini producono un quantitativo maggiore di DHT (Diidrotestosterone) a livello follicolare, in diverse aree della testa. Questo composto comporta inevitabilmente un danneggiamento del follicolo, con conseguenze negative nella crescita del capello e, contemporaneamente, apporta un restringimento notevole del bulbo pilifero (i capelli cadono e non crescono).

Vi sono altri motivi che causano la perdita di capelli. Problemi di salute possono essere tra questi.

Per esempio la dermatite seborroica, malattie e infezioni (si parla dunque di alopecia cicatriziale) anemia, complicanze con la tiroide, diete scarse di ferro e di proteine. Non è da sottovalutare anche l'assunzione di specifici farmaci e l'esecuzione di alcuni trattamenti medici, come la chemioterapia. In alcuni casi è il sistema immunitario ad attaccare, erroneamente, i follicoli piliferi, dando luogo ad una alopecia areata. Non mancano altre determinanti, come il forte stress, il nervosismo, squilibri alimentari repentini e il fumo costante. Proprio così, anche lo stile di vita personale ha delle ripercussioni sulla perdita dei capelli. Più è ricca di comportamenti estremi e altalenanti, più ci si può aspettare un diradamento. Per evitarlo o almeno per attenuarlo, in ogni caso, è importante partire da sè stessi, cercando di cambiare quelle abitudini che possono risultare tossiche o comunque sbagliate in principio.



Rimedi alla caduta dei capelli

Ma veniamo ora a capire cosa si può fare per contrastare la perdita di capelli. La prevenzione ricopre un ruolo fondamentale, d'altronde, come per tutti i disturbi, impedire in anticipo lo sviluppo della patologia è importantissimo.

Come prima cosa, come già anticipato, cambiare il proprio stile di vita è un vero e proprio toccasana. L'alimentazione in particolare potrebbe svolgere un ruolo fondamentale per quanto riguarda l'alopecia. Si tratta di seguire una dieta sana ed equilibrata, che non includa cibo spazzatura ed un apporto eccessivo di zuccheri. Gli alimenti che gli esperti consigliano in questi casi sono soprattutto riso integrale, molta frutta, uova, verdure come le carote, i pomodori e gli ortaggi a foglia verde, in questo modo la propria alimentazione prevede un perfetto connubio di vitamine e proteine, necessarie per continuare a vantare una chioma folta e sana.

Non devono inoltre mancare gli acidi grassi omega-3 contenuti nel pesce, ma anche negli oli di origine vegetale e nella frutta secca. Anche infusi di piante come l'ortica o l'equiseto sono da introdurre nella propria alimentazione, le loro proprietà benefiche sarebbero ideali per rimediare alla caduta dei capelli.

Inoltre, meno si fuma meglio è: il fumo infatti, anche quello passivo, contribuirebbe allo sviluppo della calvizie. Inoltre è sempre meglio proteggere il capo dai raggi solari e dalle lampade solari.

Tuttavia, bisogna ammettere che, se la causa principale della calvizie è da trovare nella genetica, il processo di prevenzione può soltanto rallentare la perdita dei capelli, ma purtroppo non bloccarla definitivamente. Questo fatto non deve comunque scoraggiare: la prevenzione rimane fondamentale ed esistono sia rimedi naturali che trattamenti efficaci per curare o allentare la caduta dei capelli.

Trattamenti contro la caduta dei capelli di un uomo

Nel caso la prevenzione non abbia funzionato o sia stata in grado semplicemente di rallentare il fenomeno, rassicuriamo che vi sono diverse tipologie di cure da seguire, in base anche alle esigenze personali e a seconda, soprattutto, del tipo di alopecia che si deve contrastare: le fiale, gli shampoo e i rimedi naturali per affrontarla al meglio.

Le fiale

Le fiale sono tra le prime concrete soluzioni cosmetiche capaci di aiutare realmente gli uomini a superare il diradamento. Le fiale sono potenti concentrati da distendere sul cuoio capelluto e sui capelli. Seppur non possano bloccare definitivamente la loro caduta, riescono almeno a renderli più folti, rallentando comunque il processo di caduta e stimolano la cute per la produzione di nuovi capelli. Dunque sono prodotti consigliati da utilizzare anche in fase di perdita dei capelli temporanea, come quella stagionale. Le fiale sono utili anche per la prevenzione, non sono medicinali curativi bensì coadiuvanti di trattamenti farmacologici specifici, dunque prolungano la vita del capello rafforzando il bulbo capillare. Tra le fiale più note vi sono quelle dell'azienda Biopoint con il prodotto Fiale Dermocare Anti-caduta a base di cellule staminali vegetali oppure quelle della Koster con Nutri Vital.

Gli shampoo

Gli shampoo rappresentano un altro metodo per prevenire la caduta dei capelli e per fungere da coadiuvante. Ovviamente non bloccano il diradamento, ma di certo aiutano a rallentarlo. Gli shampoo anti-caduta sono lozioni ultra-delicate per lavare i capelli, che rispettano il cuoio capelluto e rendono più forti e sani i capelli. Dunque, capelli più sani significa che tendono a cadere di meno. Abbinare lo shampoo alle fiale è un ottimo rimedio. Alcune marche che producono eccellenti shampoo sono per esempio Alpecin, con il suo prodotto alla caffeina stimolante. Oppure Biopoint Dermocare speciale uomo o, ancora, Matrix Biolage Scalpsync Anti-caduta. Si consiglia vivamente l'uso rispetto alle lozioni tradizionali.

Rimedi naturali alla caduta dei capelli

Anche i rimedi naturali sono ben accetti. Per concludere il trattamento con le fiale e lo shampoo anti-caduta, si potrebbero utilizzare impacchi e oli naturali per rinforzare ancora di più i capelli. Addirittura il succo d'arancia riuscirebbe a prevenire la calvizie, eliminando il sebo in eccesso e la forfora. I rimedi naturali donano il tocco finale per rallentare sempre più la caduta dei capelli.

Sarebbe bene utilizzare olio di semi di lino, olio di oliva, di mandarle o di avocado prima o dopo lo shampoo. Grazie al loro ricco apporto di vitamine, di proteine e di aminoacidi, riescono a dare più forza sia alla struttura capillare, che al bulbo. Tra i prodotti in commercio vi sono I provenzali Olio di Semi di Lino 100, Face Complex Olio di ricino, Kelemata Olio ristrutturante ai semi di lino oppure quelli della linea Omia. Potrebbero davvero donare un grande aiuto per rendere la propria chioma viva, sana, idratata e forte. Sono particolarmente stimolanti ed è per questo che vengono utilizzati per contrastare la caduta progressiva dei capelli.

Questa serie di rimedi e trattamenti, se usati contemporaneamente, può apportare grandi cambiamenti riguardanti la propria chioma. I capelli saranno senza alcun dubbio più folti e forti e, di conseguenza, cadranno sempre meno. Anche il cuoio capelluto sarà più idratato e sano, senza contare che il bulbo capillare verrà stimolato e nutrito a dovere, così da far nascere nuovi capelli o, almeno, non far cadere quelli già presenti.

Sul sito web di Tre Pì profumerie, si possono trovare moltissimi prodotti e cosmesi anti-caduta dei capelli per uomo davvero validi. Un modo efficace per dire, finalmente, stop alla caduta dei capelli!

Dettagli Posted in: CAPELLI